Arcore, un documentario raccoglie la storia della Gilera

da Il Giornoarticolo di ANTONIO CACCAMO
Romba il mito chiamato Gilera. Ecco come il genio del commendator Giuseppe portò sul tetto del mondo una piccola officina

— ARCORE —
SI INTITOLA “Gilera, una corsa lunga un secolo” e racconta l’epopea di un marchio che ha reso grande l’Italia nel mondo. Lo stesso che nel 2009 compirà cento anni. Oltre quaranta interviste, decine di filmati storici, centinaia di fotografie, filmati d’epoca e articoli di giornale accompagnano lo spettatore in un viaggio, a tratti nostalgico, alla scoperta di un mito. Di un successo industriale tutto italiano, anzi, brianzolo, che ha come protagonista il commendator Giuseppe Gilera. E’ un’avventura che comincia nel 1909 in una piccola e modesta officina di Milano prima di partire alla conquista del mondo dalla fabbrica costruita ad Arcore dopo la prima guerra mondiale.

16523081_1786061354754397_1446621120_o16650817_1786061338087732_516557998_o16667537_1786061404754392_1573912847_o

NELLE IMMAGINI che scorrono si incontrano i bolidi che hanno scritto questa storia: la “quattro cilindri”, l’avveniristica moto da corsa Rondine e la Saturno. E come dimenticare le esaltanti vittorie al Motomondiale del secondo dopoguerra: i sei titoli iridati vinti dai Masetti (nel 1950 e nel 1952), Duke (nel 1953, ’54 e ’55) e Liberati (nel 1957) nella classe “regina”, seguiti dagli altri cinque nel mondiale Marche, di cui quattro nella classe 500 ed uno nella 350. Nel video appaiono altri momenti belli, come lo sbarco della Gilera in Argentina. Ma vengono passati in rassegna anche su quelli brutti, a volte drammatici, come la morte dell’erede designato Ferruccio Gilera nel 1956. Il documentario è anche, come spesso accade nelle imprese umane, la storia di un declino, segnato dal ritiro dalle corse nel ’57, dalla vendita del marchio al Gruppo Piaggio nel ’69, dalla morte del patron Giuseppe e dalla chiusura della fabbrica arcorese nel 1993. Fabbrica che oggi ha il volto delle quindici aziende, di piccola e media dimensione dopo la geniale reindustrializzazione progettata dal compianto ingegner Alessandro Polini, la cui figlia, Eleonora, ha preso il posto del papà nella gestione del comprensorio industriale.
«Ci è sembrato importante raccogliere, in collaborazione con la Fmi (Federazione Motociclistica Italiana), le testimonianze di chi ha vissuto questa storia, per non disperdere un prezioso patrimonio, umano ed industriale, del nostro Paese», sottolinea Luca Dalloca, presidente del Registro Storico Gilera. Il marchio Gilera, nonostante i quasi cento anni di vita, rimane un autentico mito. Lo stesso che hanno saputo costruire con il loro lavoro ingegneri, piloti e semplici operai, guidati dal commendator Gilera: «Con i suoi novantanove anni di ininterrotta attività Gilera fu uno dei primi ed oggi è il più vecchio marchio motociclistico europeo – ricorda Massimo Lucchini Gilera, nipote del commendator Gilera -. Dalla modesta officina di corso XXII marzo a Milano – l’origine del 1909 – divenne la “Casa di Arcore” nota in tutto il mondo. Le sue moto hanno gareggiato in ogni specialità ed in quasi tutte le cilindrate, vincendo campionati mondiali e stabilendo record straordinari. E’ un vanto della grande scuola tecnica italiana poter annoverare questo Marchio lombardo nelle sue fila. La nostra industria motociclistica, partita lentamente al seguito di altre nazioni europee allora più avanzate, è stata capace di recuperare lo svantaggio, fino a diventare, negli anni ’50, una delle più forti del mondo».

IL VIDEO È FIRMATO da Gilberto Visintin e Daniela Confalonieri: «abbiamo mosso i primi passi rivolgendosi ai presidenti dei sodalizi arcoresi legati al glorioso marchio motociclistico: Paolo Gornati, indimenticabile guida, attenta e competente, del Gilera Club Arcore e Luca Dalloca, animatore del Registro Storico Gilera». Gli autori hanno realizzato oltre quaranta interviste (a piloti, meccanici, dipendenti, giornalisti e familiari), visionati numerosi filmati storici e selezionate centinaia di fotografie: «L’augurio è che questo filmato possa soddisfare i nostalgici della cui vita questa azienda è entrata a far parte. Ma contiamo di catturare l’attenzione e l’interesse anche dei giovani che dall’appassionato racconto dei protagonisti potranno scoprire com’è nato il mito Gilera», dice ancora Dalloca. Il filmato sarà proiettato in anteprima sabato 8 marzo nell’area industriale di via Cesare Battisti 68, proprio dove un tempo rombavano (ma per molti quella era una sinfonia) i motori delle mitiche Gilera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.