GIRO GILERA 2019

Non ha deluso le aspettative dei numerosi partecipanti, il Giro Gilera dedicato ai 20 anni
del Registro Storico legato al Marchio dei due anelli incrociati. Fra soci, amici e
simpatizzanti del sodalizio arcorese fondato nel 1999 dall’attuale Presidente onorario, Luca Dalloca (sodalizio oggi presieduto da Massimo Lucchini Gilera), in 93 hanno preso parte all’iniziativa che si è svolta domenica 21 luglio, con destinazione Esino Lario presso ilRifugio ‘Cainallo’.

P_20190721_090052.jpg

_JPG6381.JPG

PicsArt_07-22-12.30.01.jpg

PicsArt_07-22-12.31.14.jpg

Una scelta, questa, non casuale, visto che a Esino Lario si trova quella
che, un tempo, è stata la residenza estiva della famiglia Gilera, chiamata ‘Villa Ida’, e visto
che il Rifugio Cainallo fu costruito nel dopoguerra per volontà dello stesso commendator
Giuseppe Gilera. Partiti dalla sede arcorese di piazza Martiri della Libertà 1, su due ruote motorizzate, Gilera ne non, moderne e d’epoca, i numerosi partecipanti hanno vissuto un’intensa giornata in piacevole compagnia.

P_20190721_155020.jpg

PicsArt_07-22-12.27.43.jpg

P_20190721_154745.jpg

P_20190721_162242.jpg

_JPG7137.JPG_JPG7299.JPG

P_20190721_162434.jpg

Dopo la sosta a Primaluna, dove l’Hotel Bianco del socio Gianni Beri è stato trasformato in una sorta di Gilera Point grazie alle diverse moto in esposizione, l’allegra carovana è ripartita alla volta di Esino Lario, dove nella Chiesetta del Cainallo (dedicata a Ferruccio Gilera e oggetto di restauro da parte della Parrocchia in collaborazione con il Gruppo Alpini di Esino) è stata celebrata la Santa Messa in ricordo di tutti i motociclisti scomparsi, seguita dalla motobenedizione.


L’aperitivo offerto a tutti i partecipanti è stato solo il preludio al pranzo consumato presso il Rifugio Cainallo.

P_20190721_120226.jpg

Ospiti della famiglia Viglienghi (che ne sono gli attuali proprietari), i
radunisti hanno infine varcato la soglia di Villa Ida per una ‘merenda con poesia’ a base di torta, musica e brani dedicati alla famiglia Gilera e alle sue moto di Arcore, due delle quali hanno fatto bella mostra di sé proprio in Villa Ida: una Saturno 500 Sanremo e la RC 600 che l’ex pilota ufficiale Roberto Mandelli ha condotto nei grandi Rally africani.
Presso la sede del Club Vecchie Ruote del Lario, alcuni si sono trattenuti per visitare
l’esposizione permanente sulla storia della Gilera in Esino.

 


L’inevitabile traffico della Valsassina nelle domeniche estive ha accompagnato i partecipanti durante il loro ritorno ad Arcore, traffico che non ha in alcun modo guastato la bellissima giornata trascorsa tutti insieme, all’insegna dell’intramontabile passione per il Marchio dei due anelli incrociati.
Daniela Confalonieri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.